Festa del Marinaio 2018

by Gualtiero on

Anche quest anno la Festa del marinaio ha avuto il successo meritato; ringraziamo tutti gli amici che ci sono venuti a trovare e li ringraziamo per i loro complimenti, ma ci ricordiamo e ringraziamo moltissimo tutti i volontari che ci hanno permesso di creare tutto questo.

E infine …….. ecco i numeri e i premi della nostra sottoscrizione: 

2018 Estrazione Numeri

Grazie a tutti 

IL Consiglio

TOUR dei Castelli Romani

by Gualtiero on

TOUR dei CASTELLI ROMANI

DAL 02 AL 06 Settembre 2018
ORGANIZZAZIONE TECNICA:“VIAGGI PREZIOSI”

Programma di Viaggio:

1° Giorno Domenica 2 Settembre: CIVITA DI BAGNOREGIO
 2° giorno Lunedì 3 Settembre: CASTEL GANDOLFO - ARICCIA
 3° Giorno Martedì 4 Settembre: CERVETERI – LAGO DI BRACCIANO
 4° Giorno Mercoledì 5 Settembre: NINFA - SERMONETA
 5° Giorno Giovedì 6 Settembre: TIVOLI

2018-09-02 Tour-Castelli Romani

2017 Santa Barbara

by Gualtiero on

8 DICEMBRE 2017
SANTA BARBARA E MADONNA DI LORETO

Locandina ufficiale SANTA BARBARA 2017

Il  Gruppo Marinai Ospitaletto, con le sezioni Avieri e Artiglieri, festegge

Monumento ai Marinai a Ospitaletto

ranno le patrone “Santa Barbara e Madonna di Loreto” con il seguente programma:
ore 9.45 – ritrovo con rinfresco centro polifunzionale (via Martiri della Libertà)
ore 10.40 – in corteo ci recheremo presso il nostro monumento per la deposizione della corona d’alloro
ore 11.00 – s. messa nella chiesa parrocchiale San Giacomo maggiore
ore 12.30 per i marinai e simpatizzanti: pranzo sociale presso il ristorante “Aquila d’oro” di Ospitaletto.

Monumento ai marinai a Ospitaletto
Nella foto il monumento ai “caduti del mare”, presso il quale tutti gli anni viene deposta una corona a ricordo dei commilitoni morti durante le varie guerre,  che i marinai di Ospitaletto hanno costruito e che manutenzionano con attenzione e affetto. Locandina ufficiale della festa.

Deposizione della corona in una cerimonia precedente.

Gita

by Gualtiero on

Ancora una volta il “Gruppo Marinai Ospitaletto” ha colpito.

Un’altra bella, interessante e gioiosa gita si è svolta nella bellissima Toscana. Porto Azzurro con la fantastica Isola d’Elba e Capalbio con il suo magnifico Giardino dei tarocchi.
Porto Azzurro, si trova al Centro dell’Isola d’Elba, il suo porto è uno dei più famosi e caratteristici dell’isola. Nonnostante pochi siano gli abitanti, dalla primavera fino a tutto Ottobre i turististi visitano lo visitano ammagliati dalla bellezza del mare e dalla storia dell’isola; e per i marinai di Ospitaletto entrambe le motivazioni valgono ben un lungo viaggio.
Per il Gruppo Marinai di Ospitaletto visitare questi luoghi, è come rivivere gli anni passati nella marina militare rimembrando vecchi ricordi di avventure. Per i “vecchi marinai” è come aver dato fonda alla nave ed essere sbarcati per la libera uscita sul lungomare e passeggiare nelle vie del centro, visitare la Chiesa principale della Madonna del Carmine e del suo Oratorio del Sacro Cuore di Maria.
Pochi lo sanno ma il nome Porto Azzurro arrivò solo nel 1947 lasciando il vecchio nome Porto Longone.

La seconda tappa di questo meraviglioso tour sociale del Gruppo Marinai di Ospitaletto è stato il Giardino dei Tarocchi; un parco artistico situato in località Garavicchio, nei pressi di Pescia Fiorentina, frazione comunale di Capalbio (GR) in Toscana, Italia, ideato dall’artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle, popolato di statue ispirate alle figure degli arcani maggiori dei tarocchi.
Le sculture ispirate agli arcani maggiori dei Tarocchi, dense quindi di significati simbolici ed esoterici, sono l’ultima tappa di un percorso artistico iniziato da Niki de Saint Phalle.

2017 capalbio giardino dei tarocchi 2017 porto azzurro

la foto di fondo è tratta da http://www.portoazzurroapp.com/index.php/it/  

“ARGENTARIO” MAREMMA

& ISOLA D’ELBA DAL 10 AL 14 Settembre 2017

massa marittima

Massa Marittima

I° GIORNO 10 Settembre: – MASSA MARITTIMA

Dopo pranzo incontro con la Guida e visita di mezza giornata della cittadina toscana. Visiteremo l’antico borgo, che si presenta ai visitatori con la bellissima Piazza Garibaldi, a forma irregolare, mentre di grande interesse sono la Cattedrale di San Cerbone, il Museo Archeologico (a pagamento), l’antico Frantoio, il Museo di Storia e Arte della Miniera (a pagamento), la Torre del Candeliere.

II° GIORNO 11 Settembre: – PITIGLIANO – SOVANA

Partepitiglianonza per la visita guidata di Pitigliano. Il paese è un intero borgo medioevale praticamente intatto. Trasferimento a Sorano, città del tufo che domina la vista delle vallate delle colline toscane nell’entroterra della maremma sino al territorio viterbese. I viottoli che si incrociano e si collegano sono silenziosi tanto da stordire le nostre orecchie e da sentire in lontananza l’eco dei sussurri del borgo, di donne che filano la lana o dei telai tessere le tele di lino e di canapa.
Dopo un pranzo in un ristorante tipico, nel pomeriggio trasferimento a Sovana e visita guidata.
Sovana è interamente scavata nel tufo.

III° GIORNO 12 Settembre: – ISOLA D’ELBA

Dportoferraioopo circa un’ora di traversata, le imponenti fortezze di Portoferraio che incorniciano la vecchia darsena a perfetta forma di ferro di cavallo vi daranno il benvenuto.
Partenza per la Villa Napoleonica di San Martino, residenza estiva dell’imperatore in esilio, situata nell’omonima verde vallata. Visita del Museo Napoleonico di San Martino. Proseguimento per loc. Mola e visita di un’azienda agricola dove sarà offerta una confezione del tipico dolce elbano “schiaccia briaca”, con la possibilità di osservare una collezione di antichi strumenti agresti.
Quindi, passeggiata a Porto Azzurro. Passeggiata nel centro storico della ridente cittadina, dominata dalla Fortezza spagnola di San Giacomo oggi adibita a penitenziario e caratterizzata da uno splendido lungomare.
Pranzo in ristorante con menu a base di pesce.
Pomeriggio dedicato alla visita delle stupende bellezze naturali e paesaggistiche dell’ isola, secondo il seguente itinerario: Procchio, Isolotto della Paolina, Marciana Marina.
Nel tardo pomeriggio imbarco per Portoferraio. Cena e pernottamento.

IV° GIORNO 13 Settembre:

 PORTO S.STEFANO + ORBETELLO + GIARDINI DEI TAROCCHI.

Partenza e visita guidata di Porto S. Stefano. In particolare percorreremo con il Bus una strada panoramica dove osservare questa fantastica cittadina in tutta la sua bellezza.orbetello
Proseguiremo per Orbetello, Pranzo in ristorante tipico. Poco distante da Capalbio, in località Garavicchio, si trova il Giardino dei Tarocchi, uno dei parchi artistici più belli d’Italia. Il Giardino è una grandiosa opera artistica originale ed esclusiva costituita dalla rappresentazione fantastica dei 22 Arcani Maggiori dei Tarocchi. Le gigantesche sculture realizzate in cemento e poliestere, sono rivestite con splendidi mosaici di ceramica,
vetri e specchi. A fine visita rientro in Hotel. Cena e pernottamento.

V° GIORNO 14 Settembre: GROSSETO (Guida HD)

grossetoTrasferimento a Grosseto per la visita della città toscana.
La città nata come porto fluviale ai margini dell’antico Lago Prile, mostra al visitatore l’imponente cinta muraria rinascimentale, la Cattedrale romanico-gotica, La Piazza dedicata a “Canapone” uno degli esponenti più importanti della dinastia Lorenese in Toscana. Pranzo in Ristorante e fine servizi.
Verso le ore 16,00 partenza per il rientro, sosta durante il percorso per lo spuntino serale, arrivo a Ospitaletto Piazza Mercato Ore 22,00 circa.

GITA A LA SPEZIA

by Gualtiero on

GITA A LA SPEZIA ARSENALE M.M. CON VISITA NAVE FREMM

da SABATO 22 a DOMENICA 23 – APRILE 2017

Il Gruppo Marinai Ospitaletto organizza una gita sia per i soci che per i simpatizzanti  a la Spezia.

Di seguito il programma;

  Sabato 22: Ore 6,30 Partenza da Ospitaletto piazza mercato. Sosta durante il viaggio per la colazione. Arrivo a La Spezia (Base Navale) verso le 10,00, visita della Nave . Ore 13,00 Pranzo a base di pesce alla Mensa Sottufficiali M.M. – Partenza alle ore 15,30 incontro con la guida alla porta principale dell’Arsenale, visita del Museo Navale Storico, ore 18,00 fine visita, trasferimento in Hotel per la cena e il pernottamento. (prima e dopo della cena possibilità di una passeggiata sul lungomare di La Spezia. Domenica 23: Prima colazione in hotel. – Ore 8,30 incontro con la guida; trasferimento a Sarzana, per visitare la Cattedrale di Santa Maria Assunta e il centro storico; dall’esterno la Fortezza Firmafede, la Pieve di S. Andrea, la Casa Bonaparte, il Palazzo Comunale e Palazzo Parentuccelli –Calandrini. Ore 11,30 tempo libero a disposizione. Ore 13,00 Pranzo in un ristorante tipico. Alle ore 16,00 circa, partenza per il rientro, con sosta durante il percorso per uno spuntino, arrivo previsto a Ospitaletto, Ore 21,00.

Santa Barbara – Patrona della Marina Militare

La festa di Santa barbara è onorata tutti gli anni dai Marinai di Ospitaletto. Pochi però sanno il perché di questa festa e soprattutto: chi era Santa Barbara.

Ecco una piccola descrizione tratta direttamente dal sito della Marina Militare Italiana.

Si narra che Barbara di Nicomedia in Bitinia fu rinchiusa in una torre e poi condotta al martirio per la sua indomata fede cristiana osteggiata dal padre pagano Dioscoro, che “al quattro del mese di dicembre, regnante Massimiano imperatore, ed essendo preside Marziano…” (circa nel 288 d.C.), fu incenerito da una fulmine celeste, simbolo della morte immediata senza la possibilità di redimersi.

Ella fu prescelta perché rappresenta la serenità del sacrificio di fronte al pericolo senza possibilità di evitarlo, e fu eletta a patrona ” di coloro che si trovano in pericolo di morte improvvisa”. Infatti, la martire, nell’imminenza del supremo sacrificio, pregò Gesù: “… tu che tendesti i cieli e fondasti la terra e rinchiudesti gli abissi, il quale comandasti ai nuvoli che piovessero sovra i buoni e sovra i rei, andasti sopra il mare e riprendesti il tempestoso vento, al quale tutte le cose obbediscono, esaudisci per la tua misericordia infinita la orazione della tua ancilla… Pregoti Signore mio Gesù, se alcuna persona a tua laude farà memoria di me e del mio martirio,… mandali grazia per tua misericordia”…

Curiosità: perché i depositi di munizioni sulle navi si chiamano “santabarbara”?

La compenetrazione leggenda/momenti di vita mistica spiega le ragioni per cui subito dopo l’invenzione della polvere da sparo ciascun magazzino di munizioni, in particolare sulle navi da guerra, per devozione alla vergine di Nicomedia, da sempre ha attaccato sulle pareti un’immagine della santa “perché siano preservati dal fuoco e dai fulmini celesti i depositi delle polveri che si chiamano appunto Santebarbare“… (Padre Alberto Guglielmotti).

A seguito del Breve Pontificio di Pio XII del 4-12-1951 di proclamazione solenne a Celeste Patrona, ogni 4 dicembre gli uomini della Marina Militare e quanti operano per essa, nel ritrovarsi con le comuni origini e valori, festeggiano solennemente e degnamente la loro Santa Patrona